• +39 334 3482408
  • info@aedic.eu
  • Mon - Fri: 9:00 - 18:30

CEMAC

Beac prevede che i prezzi dei metalli e dei prodotti agricoli esportati dai paesi CEMAC aumenteranno nel 2020

Beac prevede che i prezzi dei metalli e dei prodotti agricoli esportati dai paesi CEMAC aumenteranno nel 2020

(Investire in Camerun) – Secondo l’ultimo rapporto sull’aumento dei prezzi dei prodotti di base esportati dai paesi CEMAC (Camerun, Gabon, Congo, Ciad, CAR e Guinea equatoriale) ” , i prezzi dei metalli e dei prodotti agricoli in futuro sono destinati ad avere delle fluttuazioni sul mercato  ”come si è poi visto nel corso del 2 ° trimestre 2019, prima di”  aumentare nuovamente nel 2020  ”.

FMI consiglia a Beac di interrompere il finanziamento del BDEAC

FMI consiglia a Beac di interrompere il finanziamento del BDEAC

Secondo il Fondo monetario internazionale (FMI), non spetta a una banca centrale garantire il finanziamento di una banca per lo  sviluppo. Per questo, l’istituzione di Bretton Woods in un comunicato stampa pubblicato il 18 dicembre 2019 ha raccomandato alla Bank of Central African States (Beac), di evitare di stipulare un nuovo accordo di finanziamento con la Bank of sviluppo degli Stati centrafricani (BDEAC). L’FMI, che aveva già raccomandato a Beac di ridurre gradualmente il proprio impegno nei confronti del BDEAC, ritiene inoltre che, osservando più da vicino alcuni progetti pubblici realizzati dal BDEAC, il finanziamento della banca centrale è simile ai progressi. statuto mascherato a beneficio degli stati membri della sottoregione Cemac. L’istituzione finanziaria ha sostenuto che gli anticipi di legge che erano in vigore all’interno del Beac sono vietati oggi. Secondo alcune indiscrezioni, questa raccomandazione del FMI si presenta in un contesto in cui Beac è costretta a sottoporre il proprio intervento al BEDEAC all’arbitrato. La domanda è stata certamente oggetto di un annuncio all’ordine del giorno del Consiglio straordinario dei ministri delle finanze della sottoregione, ma alla fine non è stata introdotta durante i lavori perché considerata molto complessa, apprendiamo. anche. Vincoli esistenti Si noti che Beac partecipa fino al 33,4% nel capitale azionario di BDEAC e, come tale, si presenta come primo azionista della banca. In questa posizione, la banca centrale aveva optato per gli investimenti, un conto corrente di 240 miliardi di FCFA. Alla fine di novembre 2019, era già stato in grado di aggiungere 120 miliardi di FCFA al conto in questione e il BDEAC è ancora in attesa del resto del finanziamento. La Banca di sviluppo degli Stati centrafricani avrebbe dovuto beneficiare del finanziamento dell’ordine di 150 miliardi di FCFA da parte di Beac. Va notato che il conto corrente può essere bonificato solo nella misura del patrimonio netto gratuito di Beac. La banca centrale indica che il suo patrimonio netto gratuito alla fine di settembre 2019 era di soli 140 miliardi di FCFA ed era già assegnato ad altri obiettivi di finanziamento. Specifica inoltre che le esigenze di finanziamento del BDEAC relative alla realizzazione di progetti pubblici non devono situarsi oltre il tasso del 50% rispetto alla linea globale di copertura disponibile che è di 150 miliardi di FCFA.

Camerun: parte il progetto di protezione della produzione locale di oltre 50 prodotti nazionali

50 prodotti che saranno presto banditi dall’importazione in Camerun tra cui vernici, cosmetici, prodotti agroalimentari … Fonte Video: https://www.africanews.com Investire in Camerun – Il Ministero del Commercio (Mincommerce) informa che 50 prodotti potrebbero presto essere sospesi importati in Camerun. Senza specificare i dettagli o le scadenze per l’attuazione di questa misura, il Ministero del Commercio  indica comunque che non meno di 12 settori sono interessati, a causa della natura in eccesso della produzione locale. Questi settori includono: vernici, metallurgia, cemento, imballaggi industriali, cosmetici, agroalimentare, oli vegetali, derivati ​​dell’olio di palma e industria della birra. “  L’ elenco esaustivo in seguito  ” , afferma il Ministero.

AFRICA BDEAC comprerà azioni di Afreximbank

(Investire in Africa) – Il Ministro delle finanze del Camerun (Minfi), Louis Paul Motaze, presieduto il 9 agosto, in Congo-Brazzaville, il consiglio di amministrazione della Banca di sviluppo degli Stati centrafricani (BDEAC) . Durante questo incontro, apprendiamo, il consiglio ha approvato la proposta di partecipazione del BDEAC alla capitale African Export-Import Bank (Afreximbank). “  La partecipazione della Banca al capitale di questa istituzione continentale è pienamente coerente con il suo piano strategico 2017-2022, in particolare alla luce della sua nuova politica di finanziamento commerciale nella sottoregione. Questa acquisizione di partecipazione risponde anche alla politica di cooperazione incrociata adottata dalle due istituzioni nell’ambito del protocollo d’intesa firmato il 6 marzo 2018  ” , spiega BDEAC. Tuttavia, non specifica il livello di partecipazione al capitale di Afreximbank. Con sede al Cairo e operante ad Abuja, Abidjan, Harare e Kampala, Afreximbank è un istituto finanziario sovranazionale. Al 31 dicembre 2017, il capitale azionario autorizzato di questa banca ammontava a $ 5 miliardi (quasi 3.000 miliardi di FCFA). È composto da 500.000 azioni ordinarie da 10.000 USD (quasi 6 milioni di franchi CFA) ciascuna. Il bilancio abbreviato per l’esercizio chiuso al 31 dicembre 2018 mostra un reddito complessivo complessivo di $ 285,4 milioni. BDEAC e Afreximbank hanno regolarmente finanziato progetti in tandem. L’11 luglio 2018, ad esempio, hanno firmato un accordo quadro di cofinanziamento di 500 milioni di euro (circa 327,5 miliardi di FCFA), a favore del CEMAC. Questo per rispondere alle numerose richieste di progetti di finanziamento dai paesi della sottoregione del Camerun, CAR, Congo, Gabon, Guinea Equatoriale e Ciad.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi