• +39 334 3482408
  • info@aedic.eu
  • Mon - Fri: 9:00 - 18:30

INVESTIMENTI

AFRICA BDEAC comprerà azioni di Afreximbank

(Investire in Africa) – Il Ministro delle finanze del Camerun (Minfi), Louis Paul Motaze, presieduto il 9 agosto, in Congo-Brazzaville, il consiglio di amministrazione della Banca di sviluppo degli Stati centrafricani (BDEAC) . Durante questo incontro, apprendiamo, il consiglio ha approvato la proposta di partecipazione del BDEAC alla capitale African Export-Import Bank (Afreximbank). “  La partecipazione della Banca al capitale di questa istituzione continentale è pienamente coerente con il suo piano strategico 2017-2022, in particolare alla luce della sua nuova politica di finanziamento commerciale nella sottoregione. Questa acquisizione di partecipazione risponde anche alla politica di cooperazione incrociata adottata dalle due istituzioni nell’ambito del protocollo d’intesa firmato il 6 marzo 2018  ” , spiega BDEAC. Tuttavia, non specifica il livello di partecipazione al capitale di Afreximbank. Con sede al Cairo e operante ad Abuja, Abidjan, Harare e Kampala, Afreximbank è un istituto finanziario sovranazionale. Al 31 dicembre 2017, il capitale azionario autorizzato di questa banca ammontava a $ 5 miliardi (quasi 3.000 miliardi di FCFA). È composto da 500.000 azioni ordinarie da 10.000 USD (quasi 6 milioni di franchi CFA) ciascuna. Il bilancio abbreviato per l’esercizio chiuso al 31 dicembre 2018 mostra un reddito complessivo complessivo di $ 285,4 milioni. BDEAC e Afreximbank hanno regolarmente finanziato progetti in tandem. L’11 luglio 2018, ad esempio, hanno firmato un accordo quadro di cofinanziamento di 500 milioni di euro (circa 327,5 miliardi di FCFA), a favore del CEMAC. Questo per rispondere alle numerose richieste di progetti di finanziamento dai paesi della sottoregione del Camerun, CAR, Congo, Gabon, Guinea Equatoriale e Ciad.

Perchè investire in Camerun?

Investire in Camerun – Ci sono diversi fattori economico sociali che rendono il Camerun un ottimo punto di entrata per le aziende italiane come la tua in Africa centrale.  Possiamo dire che il Camerun è la porta naturale per l’africa centrale Sub-sahariana. Stabilita’ del Camerun La repubblica democratica de Camerun è uno dei Paesi più stabili dell’area centrale dell’Africa sub-sahariana. Il Governo Camerunense è riuscito a mantenere da oltre 40 anni un alto livello di stabilità politica interna, tutto questo ha consentito la nascita di un settore privato e la creazione di una economia tra le più diversificate della regione. Il rischio di perdite di investimenti è relativamente poco elevato rispetto ad altri paesi limitrofi anche grazie alla legislazione che protegge gli investimenti stranieri nel paese. Inoltre il popolo Camerunense da molta importanza al mantenimento della stabilità sociale come bene comune e come presupposto per la crescita del Paese e della società.

Camerun: Italia partner di riferimento investimenti in Africa Centrale

“Per l’Italia il Camerun è un partner di riferimento prioritario e la collaborazione che si sta sviluppando è per noi motivo di grande soddisfazione e un obiettivo di grande importanza” così il presidente Sergio Mattarella ha detto al termine di un incontro al Quirinale con il capo dello Stato camerunese Paul Biya in visita in Italia. Nel suo discorso, Mattarella ha sottolineato l’intesa collaborazione sul piano economico dimostrata anche dalla numerosa partecipazione di aziende italiane a una missione imprenditoriale di sistema svoltasi a Yaoundé il mese prima della visita del presidente Paul Biya. “Anche sul piano culturale, tra università camerunesi e italiane, che si intensificano e si sviluppano moltiplicandosi, vi è uno scambio molto intenso – ha detto ancora il capo dello Stato italiano – numerosi studenti camerunesi studiano nelle nostre università, e questo è un elemento che proietta nel futuro la nostra amicizia”.  

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi