La Confederazione africana di calcio svela il logo ufficiale che conferma l’organizzazione della CAN in Camerun nel 2019

A questo punto il dibattito può fermarsi sul presunto ritiro o meno dei giochi della coppa delle Nazioni in Camerun. Ora è certo La coppa delle nazioni 2019 si terrà in Camerun. E per una buona ragione, la Confederazione del calcio africano (CAF) ha svelato il 17 aprile, il logo ufficiale e il nome della competizione di calcio che vedrà tutte le squadre africane affrontarsi e contendersi la coppa delle nazioni in Camerun.

La Confederazione africana di calcio svela il logo ufficiale che conferma l'organizzazione della CAN in Camerun nel 2019

” Questo è il logo ufficiale di CAN Total, Camerun 2019 in francese e inglese con caratteristiche come i colori e la loro posizione sul logo, la stella bianca nel paese ospitante della competizione in Africa, in particolare il logo dello sponsor ufficiale che è Total. “

Esulta Jean Baptiste Biaye, membro del comitato organizzatore (Cocan). Aggiunge che, questa rivelazione denota la fiducia riposta in Camerun dal CAF per l’organizzazione della competizione nel giugno-luglio 2019.

Nella stessa ottica, Félix Zogo, presidente della Cocan Communication Commission, ha dichiarato:

” Simbolicamente, questo traccia una linea definitiva sulla questione: se il CAF  sia sì o no, d’accordo con il Camerun per l’organizzazione dei giochi nel paese”.

Da parte sua, il CAF ha indicato che ” è vietata qualsiasi altra divulgazione o uso non autorizzato di tali logotipi. I trasgressori sono soggetti a sanzioni “.

Chi è l’autore?

Roberto de Bortoli, Scrittore, S.E.O.  e Copywriter appassionato di Social Media Marketing, in passato ha collaborato con studi di consulenza per l’internazionalizzazione d’Impresa in Est Europa e frequentato per un periodo il MIB. Managament International Business di Trieste.

CAMERUN – I padri Gesuiti sviluppano progetti formativi

Douala – I padri Gesuiti promuovono sia progetti di microimprenditoria e anche a salvare i banani dall’estinzione. È questo il progetto lanciato a Douala capitale banano riproduzione gesuitieconomica dai gesuiti del Camerun. Un’iniziativa che ha una doppia valenza, formativa e naturalistica, in un contesto non semplice come quello del Paese africano.

L’agenzia Fides sta portando avanti In Camerun questi interessanti progetti dove oltre tre milioni di ragazzi e ragazze non hanno raggiunto il livello minimo di formazione scolastica. Il 70% delle ragazze è analfabeta.

Questo fenomeno è particolarmente visibile nelle regioni settentrionali, dove oltre un milione di ragazze tra i 10 e i 19 anni non sa leggere né scrivere (il 31,9% delle ragazze della regione).

Continua a leggere

Chi è l’autore?

Roberto de Bortoli, Scrittore, S.E.O.  e Copywriter appassionato di Social Media Marketing, in passato ha collaborato con studi di consulenza per l’internazionalizzazione d’Impresa in Est Europa e frequentato per un periodo il MIB. Managament International Business di Trieste.