• +39 334 3482408
  • info@aedic.eu
  • Mon - Fri: 9:00 - 18:30

Presidente Paul Biya

Messaggio del Capo dello Stato alla Nazione camerun

Camerun: Messaggio del Capo dello Stato alla Nazione

Camerunesi, Camerunesi, Miei cari compatrioti, L’anno scorso, nelle stesse circostanze, ho fatto il punto della situazione davanti a te in tre settori fondamentali della vita del nostro paese. Abbiamo notato, insieme, che la situazione della sicurezza nelle regioni del Nord Ovest e del Sud Ovest rimane preoccupante, nonostante le chiamate a deporre le armi rivolte agli insorti. La priorità dovrebbe pertanto essere data alla ricerca di una soluzione. Abbiamo anche potuto osservare che la nostra crescita economica stava progredendo ma che era necessario consolidarla per rimanere sulla traiettoria dell’emergenza. Infine, sono state fornite prove per dimostrare che il progresso sociale in Camerun non è una parola vuota. Questo complemento essenziale del nostro sistema democratico è in corso nelle sue varie componenti: istruzione, sanità, occupazione, ecc., Anche se, ovviamente, i progressi sono ancora possibili. Dove siamo un anno dopo? 1. Per quanto riguarda il PROGRESSO SOCIALE, il nostro obiettivo rimane quello di migliorare le condizioni di vita dei nostri concittadini e, in definitiva, di eliminare la povertà. È un compito considerevole che richiede ingenti risorse finanziarie. Le dotazioni di bilancio ad esso dedicate sono significative e, ovviamente, in funzione del livello delle entrate statali. Questi a loro volta dipendono dalla salute della nostra economia di cui parlerò tra poco. Essere consapevoli in ogni caso che gli sforzi compiuti negli ultimi anni in questo settore saranno proseguiti e, se possibile, amplificati. 2. Per quanto riguarda la CRESCITA DELLA NOSTRA ECONOMIA, penso di poter affermare che si sta evolvendo in modo abbastanza soddisfacente, anche se rimane frustrato, tra l’altro, da un contesto internazionale incerto. Nell’ultimo periodo, è stato svolto un lavoro considerevole per correggere la situazione nel quadro del programma economico e finanziario concluso con l’FMI. La nostra crescita è ripresa, l’inflazione è sotto controllo, i deficit fiscali ed esterni sono contenuti, il nostro debito pubblico rimane sostenibile. Il programma economico, finanziario, sociale e culturale del governo per il 2020, recentemente presentato all’Assemblea nazionale, è in questa continuità. Si basa su un’ipotesi di crescita del 4%, che dovrebbe consentirci di rimanere sulla strada dell’accesso all’emergenza nel 2035. Questo obiettivo è anche ripreso dal nostro progetto di strategia di sviluppo nazionale per il periodo 2020-2030. È un’opportunità per me ringraziare i nostri partner esterni, il FMI già menzionato, ma anche la Banca mondiale, la Banca africana di sviluppo e l’Agenzia di sviluppo francese, per il loro sostegno di bilancio e il loro sostegno alle nostre riforme strutturali. Questo significa che possiamo riposare sugli allori? Certamente no. Il nostro obiettivo rimane raggiungere l’emergenza entro il 2035. Ma data l’instabilità del contesto internazionale e le tensioni commerciali che mettono a rischio il commercio, probabilmente dovremo compiere ulteriori sforzi per rimanere sulla traiettoria della ripresa. sostenibilità economica del nostro paese. Credo che possiamo farcela. Questa ripresa deve essere per noi un ardente obbligo che mobiliterà tutte le nostre energie. Richiede non solo il miglioramento delle condizioni di vita dei camerunensi, ma anche il pacifico esercizio dei diritti democratici. 3. Rimane la SITUAZIONE SICURA NELLE NOSTRE REGIONI NORD-OVEST …

Camerun: Messaggio del Capo dello Stato alla Nazione Leggi altro »

Presidente Paul Biya incontra Papa Francesco -Visita in Vaticano

Papa Francesco giovedì l 23 marzo 2017 ha ricevuto il presidente camerunense Paul Biya ei due uomini hanno elogiato “il rispetto reciproco tra i vari gruppi religiosi” in Camerun. “Prendendo atto della coesistenza pacifica e del rispetto reciproco tra i vari gruppi religiosi”, i due uomini hanno sottolineato “l’importanza di promuovere la coesione nazionale, valorizzando la ricchezza delle varie tradizioni storiche e culturali”, ha detto una dichiarazione dal Vaticano.

Presidente Paul Biya incontra Papa Francesco Bergoglio – Visita in Vaticano

Papa Francesco giovedì l 23 marzo 2017 ha ricevuto il presidente camerunense Paul Biya ei due uomini hanno elogiato “il rispetto reciproco tra i vari gruppi religiosi” in Camerun. “Prendendo atto della coesistenza pacifica e del rispetto reciproco tra i vari gruppi religiosi”, i due uomini hanno sottolineato “l’importanza di promuovere la coesione nazionale, valorizzando la ricchezza delle varie tradizioni storiche e culturali”, ha detto una dichiarazione dal Vaticano. Il Vaticano e il Camerun, che hanno ribadito l’importanza del “rispetto dei diritti umani e dei diritti delle minoranze”, hanno anche sollevato questioni internazionali, “in particolare le attuali sfide che affliggono la regione”. Il papa argentino e il presidente camerunense hanno anche parlato di “in un clima cordiale i buoni rapporti tra la Santa Sede e il Camerun e l’importante contributo che la Chiesa offre allo sviluppo del paese, specialmente nei campi della salute e della salute. l’educazione. ” Biya ha anche incontrato il numero due del Vaticano, il cardinale Segretario di Stato Pietro Parolin e il “Ministro degli Esteri” del Papa, Paul Richard Gallagher.

Camerun Fra ‘Giacomo Dalla Torre del Tempio di Sanguinetto Gran Maestro del Sovrano Ordine di Malta visita il presidente Paul Biya

17 luglio 2018 Sua Eminenza, Fra ‘Giacomo Dalla Torre del Tempio di Sanguinetto, Principe e Gran Maestro del Sovrano Militare Ordine di Malta,  ha fatto ufficialmente visita in Camerun su invito del Capo dello Stato,  il presidente Paul BIYA al Palace of Unity.  Il Capo dello Stato e il Gran Maestro Fra ‘Giacomo Dalla Torre del Tempio di Sanguinetto hanno rivisto la cooperazione bilaterale di 57 anni e hanno convenuto di elevare a un livello più alto la cooperazione per portare aiuto umanitario. Di prima mattina lo ricordiamo, Fra’ Giacomo Dalla Torre ha fatto visita al nuovo Nunzio apostolico, Monsignor Mario Murat.  L’Ordine di Malta gestisce un moderno ospedale in Camerun, l’Ospedale San Giovanni di Malta a Njombé, nella regione del litorale, che è stato visitato dal Gran Maestro.

Il Presidente Sergio Mattarella Visita il Camerun – 2017

Di seguito trovi alcuni pezzi dell’intervista rilasciata a Vita dalla ex ambasciatrice Italiana in Camerun Samuela Isopi che potete leggere integralmente su VITA, se vuoi alla fine dell’articolo trovi anche il video delle dichiarazioni del Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella Qui sotto un estratto per comprendere al meglio le opportunità che gli  imprenditori Italiani hanno sia dal punto di vista economico che strategico. Ricordo che Il Camerun è un paese in una posizione strategica, con accesso esente dazi doganali verso ben 40 paesi africani (punto Franco). la dott.sa Samuela Isopi dice: Durante la visita del presidente Mattarella nel 2016, la controparte camerunense ci ha chiesto di rafforzare la cooperazione economica tra l’Italia e il Camerun, che poi è la condizione sine qua non dello sviluppo del settore privato locale e della capacità ad attrarre nuovi investitori stranieri. Con questa missione, vogliamo favorire l’incontro tra il settore privato camerunense con quello italiano e convincere gli imprenditori del nostro paese a investire in questo paese, nonostante i problemi che sussistono.   Il Camerun, come io credo il resto dell’Africa, ha bisogno di più commercio, di più economia, per creare posti di lavoro per i giovani e generare reddito. La cooperazione allo sviluppo da sola non basta e dovrebbe essere più orientata a favorire lo sviluppo dell’economia, attraverso il sostegno all’ impresa privata, la formazione delle capacità umane e il trasferimento di know-how. Sono le due cose che i camerunesi ci hanno chiesto: più impresa e più formazione di qualità anche in loco. Non più aiuti. Infatti il Camerun è spesso criticato per la sua assenza di good governance e una corruzione molto diffusa. Come convincere imprenditori ad investire in un paese dalle potenzialità così inespresse?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi