• +39 334 3482408
  • info@aedic.eu
  • Mon - Fri: 9:00 - 18:30
Menu

Lavorare In Africa

Lavorare in Africa sta diventando la nuova frontiera sia per le aziende (PMI) che per l’espatrio dei giovani (e meno giovani). Il continente africano è un continente immenso, dove nonostante gli stereotipi dominanti in diversi paesi come l’Italia praticamente ogni settore economico è in vorticosa espansione, grazie all’apertura del mercato interno senza dazi doganali, simile a quello europeo.

Ovviamente non è tutto oro quel che luccica. Lavorare e vivere in (un qualsiasi paese dell’) Africa non è una passeggiata ma è perfettamente possibile se si considerano determinati fattori e opportunità sul territorio in cui si va ad investire o lavorare..

Oggi mi trovo perfettamente d’accordo sia con Flavio Briatore e Silvio Berlusconi sulle loro posizioni in riferimento all’Africa:

“le opportunità per un giovane non sono in Italia a fare l’avvocato o il commercialista. Sono in Asia o in Africa dove tutto è da realizzare”

Briatore

 

“Porteremo una proposta in comunità europea che implicherà anche un grande piano Marshall per l’Africa e altri paesi per far nascere delle economie locali e affinché ne loro stessi territori i cittadini di questi paesi possano trovare lavoro” 

Berlusconi

Se cerchi dei siti web di riferimento (inglese) che aggregano offerte ed annunci di lavoro specifici per l’Africa, sono:

 

Trovare lavoro in Africa, specificatamente per italiani, non è semplicissimo ma è possibile,  dovresti ricercare offerte di lavoro proposte da Aziende italiane in loco come, ad esempio, strutture turistiche o resort, aziende delocalizzate che hanno fatto un processo di internazionalizzazione o, come succede nelle maggior parte dei casi, controllando tutte le opportunità proposte da ONG o cooperative di aiuto.

Infatti, per tutti coloro che desiderano lavorare all’estero per Aziende italiane, l’Africa è sicuramente una ottima scelta perché, non è inusuale che grosse o medie Aziende cerchino personale che abbia desiderio di impegnarsi per alcuni anni lavorando nel continente africano e, il più delle volte, queste tipologie di impiego sono anche ben pagate.

Diversamente, un altro grande classico, come si diceva poco sopra, è quello di introdursi nel mercato del lavoro africano tramite associazioni di cooperazione, volontariato o ONG, un settore che offre ancora oggi moltissime opportunità per lavorare in Africa sia per profili gestionali sia per molti ruoli tecnici come:

  • architetti
  • ingegneri
  • medici
  • ostetriche
  • infermieri
  • specialisti della comunicazione
  • veterinari
  • agronomi
  • geometri
  • insegnanti

operai specializzati o meno (ad esempio muratori o carpentieri)
L’unico neo di queste possibilità è che non verranno certamente sovra-pagate, anzi, e che – altrettanto spesso – si tratta di posizioni totalmente non pagate o che vengono attivate all’interno di progetti di volontariato per un minimo di 6-12 mesi in cambio di vitto ed alloggio.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi