• +39 334 3482408
  • info@aedic.eu
  • Mon - Fri: 9:00 - 18:30

Kribi

ASSEGNATA CONCESSIONE PER GESTIONE PORTO DI KRIBI

È stato firmato un nuovo contratto di concessione per lo sviluppo, l’esercizio e la manutenzione del Kribi Multipurpose Terminal (KMT) in Camerun. Assegnata concessione per la gestione del porto di Kribi – Saranno i filippini della International Container Terminal Services (ICTSI) a gestire per i prossimi 25 anni le operazioni portuali presso il terminal multi-funzionale del porto di Kribi in Camerun.

Il porto autonomo di Kribi in missione commerciale nella Repubblica Centrafricana

Porto autonomo di Kribi in Missione commerciale nella Repubblica Centrafricana

Affari in Africa centrale – Camerun – Una delegazione del porto autonomo di Kribi (PAK), nel sud del Camerun, si è recentemente recata a Bangui, Capitale della Repubblica Centrafricana (CAR), per incontrare il Central African Shippers Council (CCAC). Durante due giorni, informa il PAK, le due parti si sono scambiate su alcune questioni di comune interesse. Al termine dei lavori sono stati individuati quattro ambiti consensuali di collaborazione:

terminal-porto-di-kribi-camerun

Porto di Kribi: parte la selezione di 1000 persone da impiegare nella fabbrica di elettrodomestici

SVILUPPO IN AFRICA CENTRALE: 1000 posti di lavoro in vista in un progetto per la costruzione di un impianto di produzione di elettrodomestici nel porto di Kribi All’ingresso di Mboro, sede del porto di Kribi in acque profonde nella regione meridionale del Camerun, sono in corso lavori di sterro su una superficie di 20 ettari. In questo sito situato a due passi dall’autostrada Kribi-Lolable, la società industriale di apparecchiature elettriche e aria condizionata (Sicamec) avvierà, all’inizio del 2020, i lavori di costruzione di un impianto di produzione e assemblaggio. frigoriferi, congelatori e condizionatori d’aria. Questo investimento è stimato ufficialmente in 45 miliardi di FCFA. Il 21 agosto 2019, il CEO di questa compagnia camerunese, Alkis Bruno Domyou Noubi (foto), ha firmato con il direttore generale del porto autonomo di Kribi (PAK), Patrice Melom, l’accordo per la creazione del futuro impianto Sicamec nella zona industriale del porto di acque profonde di Kribi. “  Questa è la prima volta che  firmiamo un accordo di questo tipo con una società completamente camerunese “, afferma Patrice Melom. Oltre ad essere la prima compagnia con capitale del Camerun ad ottenere un accordo transattivo nella zona industriale del porto di Kribi, Sicamec è anche il portatore del progetto che, per il momento, avrà il maggiore impatto in termini di creazione di posti di lavoro. Infatti, grazie al suo impianto con una capacità produttiva di 15.000 unità al mese (5000 condizionatori d’aria, 5000 frigoriferi e 5000 congelatori), questa azienda intende creare 1000 posti di lavoro diretti.

Il porto di Anversa compete con nove multinazionali per gestire il terminal multipurpose del porto di Kribi in 2 anni

Investire in Camerun – Kribi – La competizione tra le società  si fa dura nei prossimi due anni per aggiudicarsi la gestione del porto di Ktribi in camerun. Necotrans, la società francese è stata dichiarata sgradita nel 2017 dalle autorità camerunesi per gestire il terminal multiuso del porto di Kribi. L’autorità portuale ha appena pubblicato un elenco di società che si sono prequalificate prima del termine del bando di gara.

Gemellaggio tra il porto di Taranto e quello di Kribi

Nella giornata del 3 Luglio è stato inviata da parte della consigliera comunale Floriana de Gennaro una mozione al comune di Taranto in merito a effettuare un gemellaggio tra il porto di Kribi (Camerun) e quello di Taranto. Kribi è una città costiera della Repubblica del Camerun in cui è stato aperto da quest’anno il più grande e moderno porto in acque profonde dell’centro Africa. La singolare proposta, sotto forma di mozione che il Gruppo Indipendente per Taranto ha presentato al comune.