Coppa Africa 2019 – Banca Intesa finanzia lo stadio Paul Biya in Camerun

Grazie a Banca Intesa Sanpaolo, Coppa d’Africa 2019 verrà celebrata nel nuovo Grandioso Stadio Paul Biya in Camerun.

stadio coppa africa paul_biya stadiumL’italia esporta il suo Made in Italy è sarà infatti presente alla prossima edizione della Coppa d’Africa, evento calcistico molto seguito nel continente africano e che vedrà la sua fase finale a Yaoundè, capitale del Camerun tra la fine del 2018 e l’inizio del 2019.

Il Gruppo Piccini, con sede a Perugia, sta finendo di realizzare il nuovo stadio di calcio della capienza di circa 60.000 spettatori e una cittadella sportiva che ospiterà le squadre e le delegazioni sportive al seguito: il tutto sarà il più importante impianto sportivo del Paese africano per un costo complessivo di circa 250 milioni di euro.

Il progetto è reso possibile grazie a un finanziamento diretto al Paese africano emesso da Banca Intesa San Paolo, partner storico dell’azienda, per un valore complessivo di 212,2 milioni di euro che copriranno l’85% delle spese per costruire quello che nel prossimo futuro sarà il più importante impianto sportivo del Camerun.

Nello solo stadio e zone limitrofe si troveranno anche spazi per allenamenti e immobili commerciali in una visione definita assolutamente innovativa.

Ma chi si è occupato dei trasporti di tutti i blocchi per la costruzione dello stadio Made in Italy?

Il trasporto di tutto il materiale dall’Italia verso il Camerun: è stato affidato all’Agenzia Marittima Genovese di Napoli che mantiene ottimi rapporti commerciali con tutti i Paesi dell’Africa centrale sub shariana.

L’Agenzia Marittima Genovese si occuperà anche dell’organizzazione dell’instradamento dei container con i prefabbricati con resa presso lo stabilimento Rdb di Bellona in provincia di Caserta e presso il Gruppo Centro Nord di Ponte Buggianese in provincia di Pistoia.

conteiner gruppo piccini stadio paul biya camerun AEDIC

L’Agenzia Genovese coordinerà tutta la fase burocratica e logistica sulle navi per un totale di oltre 1200 container.

Si tratta di “cassoni” da 12 metri circa, la maggioranza con particolari caratteristiche:

  • open top,
  • flat rack,
  • piattaforme,

Conteiner molto difficili da reperire sul mercato dei container.

Ma chi è il Gruppo Piccini?

E’ un fiore all’occhiello del Made in Italy. Fondato nel 1949, il Gruppo Piccini è da Officine Piccini costruisce lo stadio paul biya cameruntempo impegnato con progetti di edilizia che interessano i Paesi in via di sviluppo ed in particolare l’Africa, dove ha il 55% del proprio fatturato, pari a circa 100 milioni di euro.

Altri mercati di riferimento sono le Americhe, l’Europa dell’Est e l’Italia dove ha la quota più bassa pari al 10% del fatturato.

Il gruppo Piccini opera alla realizzazione di infrastrutture, impianti di energia rinnovabile, di edilizia pubblica e di progettazione urbana.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi