• +39 334 3482408
  • info@aedic.eu
  • Mon - Fri: 9:00 - 18:30
Menu

Kribi – Camerun

«Kribi è un laboratorio per diversi progetti di PPP»

Intervista al direttore generale del porto autonomo di Kribi, Dott.Patrice Melon

Mister Patrice Melon, che risultato avete ottenuto dagli incontri a cui avete partecipato?

porto-di-kribi-port-autonome-de-kribiIn mezzo a questo gruppo di esperti, abbiamo capito che il nostro contributo dovrebbe ridursi alla condivisione dei risultati che si stanno verificando presso l’Autorità Portuale di Kribi.

Va notato che questo porto è un modello in termini di partenariato pubblico / privato (PPP). In effetti, la decisione di operare in regime di PPP è stata presa sin dal lancio del progetto di costruzione del porto in acque profonde di Kribi.

L’attività di concessione per la gestione del porto, in particolare il settore dei container. Oggi è diventata una realtà. La parte privata condivide l’investimento e l’operazione mentre la parte pubblica si occupa di:

  • strutture,
  • banchine,
  • frangiflutti,
  • sovrastrutture ed edifici.

Il porto di Kribi ha finalmente sviluppato diverse modalità per sviluppare i progetti PPP.

Dopo i lavori della Fase I, finanziati praticamente dal solo Stato, ecco i cantieri della Fase II, in cui i concessionari sono già coinvolti nell’investimento. Diversi progetti sono previsti nella seconda fase e riteniamo che il settore privato dovrebbe assumersi l’intero finanziamento di questi lavori di costruzione. Inoltre, abbiamo una zona economica in cui vediamo investimenti più in termini di condivisione di rischi e responsabilità. Vale a dire, come ho sottolineato in precedenza, che il porto di Kribi è un laboratorio per diversi progetti di PPP.

mappa del camerun porto di kribi e porto di douala

Quali erano le aspettative di PAK durante la partecipazione a questo forum?

Devo sottolineare subito che PAK era molto ben rappresentato. Ero lì con molti dei miei colleghi. Un ambiente come questo è un luogo per condividere esperienze. Per PAK, che è solo un anno e mezzo di attività, è normale e importante interagire con strutture più esperte. Il nostro obiettivo era anche quello di garantire il rispetto delle regole nelle nostre attività e operazioni. Infine, volevamo anche acquisire alcune buone pratiche.

In pratica, cosa ha compreso e che esperienza si è fatto dagli scambi con altri paesi?

Le parole di alcuni paesi come la Costa d’Avorio sono state rassicuranti. Apprendiamo che laggiù gli stakeholder privati ​​rappresentano circa il 60% degli investimenti. Questo è un buon esempio per il nostro Paese, che vuole andare in quella direzione. Come ha detto il rappresentante dell’IFC, il prerequisito è preparare con cura i progetti. Troppo spesso presentiamo progetti immaturi ai donatori. Con i partner privati, dovremo strutturare meglio le cose. Fortunatamente, il governo se ne è reso conto e sta seguendo proprio quella strada, con l’istituzione di comitati di analisi e sviluppo per accompagnare al meglio i progetti privati.

Quello che è certo è che il porto di Kribi è la struttura più moderna e più importante di tutta l’area del centro Africa. Se ti interessa investire nel porto di Kribi noi possiamo accompagnarti per:

  • costituzioni newcompany e licenze
  • contabilità e fiscalità
  • traduzioni e legalizzazioni
  • concessioni green field e brown field
  • esenzioni fiscali per 5 / 10 anni
  • Tax free zone Partenariato pubblico e privato
  • relazioni con istituzioni
  • ricerca e selezione personale

e tutto quello che ti serve per insediare la tua azienda e conquistare il mercato africano e mondiale.

Entra subito in contatto>>>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi