• +39 334 3482408
  • info@aedic.eu
  • Mon - Fri: 9:00 - 18:30
Menu
crisi anglofona Dialogo nazionale camerun

Camerun: Crisi Anglofona verso al risoluzione? Dialogo nazionale a Yaounde

Ciò comporta l’adozione di uno status speciale per le regioni di lingua inglese e l’assunzione di 500 traduttori.

L’anno 2019 si è concluso in modo soddisfacente per i partecipanti al Grand National Dialogue perché, dopo aver esaminato le raccomandazioni di questi incontri, Paul Biya, il presidente della Repubblica, è passato alla loro attuazione.

Il 24 dicembre 2019 ha promulgato la legge che istituisce il Codice generale delle autorità locali decentrate. Questa legge dedica un capitolo allo status speciale richiesto per le due regioni di lingua inglese, vale a dire il Nord-Ovest e il Sud-Ovest, in conformità con l’articolo 62 capoverso 2 della Costituzione che stabilisce che

” la legge può tener conto delle specificità di determinate regioni per quanto riguarda la loro organizzazione e funzionamento”.

Lo status speciale era quindi una delle nove raccomandazioni adottate durante il dialogo. È stato esaminato dalla Commissione 8. Questa Commissione era responsabile delle questioni relative al decentramento e allo sviluppo locale.

La promulgazione di questa legge è stata accolta favorevolmente da membri del governo come Grégoire Owona, ministro del Lavoro e della previdenza sociale. Sul suo account Twitter ufficiale, ha pubblicato un tweet che accoglie l’atto del Capo dello Stato e invita i camerunesi a lavorare per l’attuazione della legge.

“ Il PR (nota del redattore del Presidente della Repubblica) Paul Biya ha pubblicato questo 24 dicembre 2019 (nota del redattore di dicembre), reso pubblico il testo che pone le basi chiare per lo status speciale delle regioni di NW&SW (redattore nord-ovest e sud-ovest). questa promulgazione, possiamo dire che i frutti confermano la promessa dei fiori. BRAVO al Capo dello Stato! Tutti al lavoro per un’implementazione armoniosa ”,

si legge sul profilo twetter di Mintss.

Assunzione di 500 traduttori

Non è solo la legge che stabilisce il Codice generale delle collettività territoriali decentralizzate che può essere citata come una raccomandazione del Grande dialogo nazionale già applicata.

C’è anche il reclutamento di 500 traduttori e interpreti nel servizio pubblico. Con decreto presidenziale Paul Biya ordinò tale assunzione.

Era il 21 novembre 2019. Nel testo, si diceva che il Capo dello Stato avesse ordinato a Joseph Dion Ngute il Primo Ministro di effettuare questa assunzione. Alcuni analisti politici hanno accolto con favore il decreto, affermando che ha così aperto la strada all’attuazione delle raccomandazioni del Grand National Dialogue.

L’assunzione di 500 traduttori e interpreti nel servizio pubblico avviene in un periodo di 5 anni. Inizia dal 2020. Si tratta di consentire alle pubbliche amministrazioni di disporre di professionisti interpreti e traduttori.

Sulla base del fatto che in queste amministrazioni, l’assenza di traduttori è un problema reale. Va già ricordato che nel 2016, all’inizio della crisi di lingua inglese, gli avvocati hanno richiesto la traduzione in inglese dei testi di Ohada.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi