Camerun 2019 Lafarge-Holcim aprirà un nuovo cementificio con capacità produttiva di 500.000 tonnellate

Investire in Camerun  ” In termini di investimenti, penso che Nomayos sia il più importante. Quando andiamo a Nomayos oggi, lavorano quasi 200 persone, alcuni cinesi e molti camerunesi.L’ingegneria civile è ben avanzata, un nuovo frantoio è sul sito. In meno di un anno, Nomayos produrrà.

2019, Lafarge-Holcim aprirà un nuovo cementificio con una capacità produttiva di 500.000 tonnellate in Camerun

Questo ha detto in un intervista Peter Damnon, ex direttore generale della produzione del cemento del Camerun (Cimencam), filiale locale di Lafarge, Holcim Group, che ha consegnato ufficialmente la su carica a Benedetto Galichet, il 9 luglio 2018.

La buona notizia della costruzione dello stabilimento Cimencam di Nomayos, è che sorgerà in una località non lontana dalla capitale del Camerun, è stata confermata dal presidente del Consiglio di amministrazione della società. Il camerunense Pierre Moukoko Mbonjo.

” La buona notizia è che all’inizio del prossimo anno (2019, ndr), questo stabilimento commercializzerà i suoi primi sacchi di cemento. 

Il nuovo impianto avrà una capacità produttiva di 500.000 tonnellate all’anno, portando a 2 milioni di tonnellate la capacità produttiva complessiva di Cimencam, la società  dopo 48 anni di monopolio, ha perso la leadership nel mercato del cemento del Camerun, dopo meno di 2 anni dall’apertura della centrale Dangote Cement nel paese, nel 2015.

Nel maggio 2016 lo Stato del Camerun e Lafarge-Holcim hanno firmato l’accordo di investimento per questo progetto, per il quale una cerimonia di posa della prima pietra era già avvenuta sul cantiere del stabilimento, nel settembre 2011; solo pochi giorni dopo l’inizio dei lavori di costruzione della cementeria di Douala Dangote, entrata in opera nel 2015.

Giustificando il ritardo nell’avvio di questo nuovo cementificio, Pierre Moukoko Mbonjo  durante la firma dell’accordo con lo stato del Camerun, ha affermato:

“le procedure industriali  richiedono molto tempo”. Prima di chiarire: “Ci sono state discussioni con lo stato in materia fiscale e amministrativa. La linea di fondo è che il progetto sta maturando oggi e questa firma dell’accordo permetterà finalmente l’inizio dei lavori e terminerà nel 2018. “

Questo investimento, per un totale di 23 miliardi di franchi CFA, ha finalmente beneficiato delle disposizioni della legge del 2013 (riveduta nel 2017) “che forniscono incentivi per gli investimenti privati ​​nella Repubblica del Camerun “; la legge concede esenzioni fiscali significative (da 5 a 10 anni) agli operatori economici, sia durante le fasi di installazione che di produzione delle loro aziende.

Chi è l’autore?

Roberto de Bortoli, Scrittore, S.E.O.  e Copywriter appassionato di Social Media Marketing, in passato ha collaborato con studi di consulenza per l’internazionalizzazione d’Impresa in Est Europa e frequentato per un periodo il MIB. Managament International Business di Trieste.

Lascia un commento