Lotta contro il terrorismo BOKO HARAM Elements of the Airborne Troop Battalion sbaraglia gli aggressori a Lebialem

Airborne Troop Battalion sbaraglia Boko Haram a Lebialem

Lotta contro il terrorismo: Elements of the Airborne Troop Battalion sbaraglia gli aggressori a Lebialem
I valorosi soldati dell’esercito camerunese, in sette contro 15 terroristi, sono riusciti a neutralizzare un gruppo di quindici terroristi, armati e vestiti in tute mimetiche che si erano prefissati l’obiettivo di distruggere i rifornimenti e i Doni offerti dalla coppia presidenziale alla popolazione.

Da quello che si è scoperto i terroristi volevano attaccare le vittime del disastro e rubare le donazioni raccolte per il sostegno delle popolazioni colpite dal disastro.

Sfortunatamente per loro, il BTAP era in atto per proteggere proprietà e persone e, per una volta, gli aggressori non avevano avuto l’opportunità di mostrare la loro mostruosità.

Secondo le fonti di sicurezza: 

“Intendevano colpire, sorprendere, distruggere e assassinare violentemente i connazionali e nascondersi poi nella foresta … I nostri soldati sono stati  schierati per impedire loro di accedere alla foresta e neutralizzarli …”.

La cerimonia è stata quindi in grado di continuare serenamente e coloro che erano stati scelti per ricevere le donazioni dal Capo dello Stato e sua moglie hanno potuto entrare in possesso delle loro quote, in completa tranquillità.

La lotta al terrorismo sarà intensificata durante quest’anno 2020

Qualche tempo dopo aver messo in fuga i terroristi, che possiedono armi avanzate, che vengono date certamente loro da individui nascosti nell’ombra e la cui ambizione è quella di spargere il sangue degli innocenti, i soldati del BTAP e i loro compagni si sono impegnati a spazzare via, perquisendo ogni angolo della foresta, al fine di spostare e distruggere i campi di questa orda di fuorilegge assetati di sangue.

La lotta al terrorismo è anche uno dei punti importanti del discorso del presidente della Repubblica martedì scorso, quando si è rivolto ai suoi concittadini nel quadro del suo discorso tradizionale alla fine dell’anno.

Paul Biya ha dichiarato:

“L’attività criminale dei gruppi armati continua a sconvolgere la vita pubblica, economica e sociale in queste regioni. Tuttavia, negli ultimi mesi sono state prese varie misure per motivare questi giovani, che per la maggior parte sono stati indottrinati. In particolare, sono state fatte chiamate per deporre le armi e sono state aperte le prospettive per il reinserimento sociale.

Per coloro che persistono nel rimanere sulla strada sbagliata e che continuano a usare la violenza, non avremo altra scelta che combatterli per proteggere tutti i nostri concittadini. Le nostre forze di difesa e di sicurezza faranno ancora una volta il loro dovere con moderazione, ma senza debolezza. Qui voglio assicurare loro il mio supporto totale e la mia più alta considerazione … ”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi